FIT LADY

FIT LADY è un protocollo di allenamento nato e studiato per soddisfare i bisogni di noi donne mirato a colpire i punti critici: gambe, glutei addome ma con una particolare attenzione al metabolismo, al sistema linfatico, endocrino e ormonale e alle sue variabili.

DURATA CORSO

50 MINUTI

TIPOLOGIA CORSO

Allungamento e Postura

OBIETTIVO

Protocollo studiato per i bisogni delle donne.

ORARI FIT LADY

Ad gni allenamento verranno variati gli esercizi e verrà stabilito un FOCUS che sarà il cuore del workout del giorno e che cambierà sistematicamente in modo da renderlo sempre vario e stimolante sia a livello motivazionale che di risposta metabolica.

Parlando di metabolismo, quando si cerca di perdere peso o anche solo di mantenersi in forma, entrano in gioco soprattutto gli ormoni. L’equilibrio ormonale è importantissimo per raggiungere con efficacia l’obiettivo.

Gli ormoni sono dei messaggeri chimici che hanno il compito di tenerci in “equilibrio”, quando questi ormoni si sbilanciano subentrano le problematiche di aumento eccessivo o calo drastico di peso, ritenzione idrica, osteoporosi, diminuzione delle difese immunitarie. Uno dei principali ormoni nemici delle donne che provoca un sacco di problemi è il cortisolo, un ormone che aumenta, in condizioni di stress psico-fisico, oppure dopo allenamenti non adatti.

Ogni volta che ci alleniamo otteniamo una precisa risposta ormonale, che può creare problemi. Infatti, dietro ai cattivi risultati di un programma di allenamento, può nascondersi proprio uno sbilanciamento ormonale dovuto da un allenamento a volte troppo intenso, troppo cardio oppure troppo leggero e non vario o senza il dovuto scarico muscolare e linfatico alla fine che nelle ore successive ci fa sentire o vedere gonfie soprattutto nelle gambe.

Proprio per questi motivi anche la parte cardio sarà ben tarata volta per volta. Altro problema che si manifesta quando vi è un accumulo di liquidi, tossine e sali minerali in eccesso nelle cellule del corpo è la ritenzione idrica piuttosto comune tra le donne e che viene spesso confusa con la cellulite, ma che si può tenere sotto controllo con l’attività fisica e l’alimentazione. Come sappiamo, l’acqua è una componente fondamentale necessaria per permettere al corpo di funzionare in modo adeguato, ma quando non si riesce a mantenere un livello di idratazione bilanciato si porta l’organismo ad immagazzinare molta più acqua nelle cellule e nei tessuti, causando ritenzione idrica. Tale errata distribuzione dei liquidi nei tessuti è fonte di diverse problematiche per l’organismo di cui la principale è un’alterazione della circolazione venosa e linfatica.

Fit Lady

In Fit Lady verrà dedicata una parte a fine allenamento sullo scarico dei liquidi con esercizi di tretching e di scarico linfatico per ottenere una sensazione di leggerezza mai avuta prima.

Ogni volta che fai attività fisica scateni una risposta ormonale, la scelta può essere consapevole oppure no, ma il nostro organismo si organizza per controbilanciare gli effetti dell’allenamento che nel tempo, producono i cambiamenti nel nostro corpo.

La prima regola per mantenere il corpo in salute oltre che a fare regolare attività fisica è quella di seguire sempre un’alimentazione sana ed equilibrata.

Assicurati che il pasto principale sia composto da un’adeguata quantità di proteine, fibre, carboidrati e grassi. Bevi ogni giorno almeno 2 litri di acqua e consuma alimenti dalle proprietà diuretiche e disintossicanti come: prezzemolo, finocchio, ibiscus, succo di mirtillo rosso, conosciuto non solo per le proprietà diuretiche, ma anche per l’aiuto che offre alla circolazione sanguigna, aglio il quale è un potente antibatterico che favorisce anche la diuresi. In secondo luogo, per il trattamento della ritenzione, può essere utile ridurre il consumo di sodio. Per far sì che ciò sia possibile è bene evitare alimenti processati, preferendo delle spezie al sale per insaporire gli alimenti. Inoltre, consumare cibi ricchi di potassio e magnesio aiuta a bilanciare i livelli di sodio. Tra i cibi ad altro contenuto di questi nutrienti troviamo: banane, avocado, pomodori, patate dolci, verdura in foglia (come gli spinaci, lattuga, bieta). Infine si consiglia anche di ridurre l’apporto di carboidrati raffinati, in quanto il loro consumo comporta un rapido incremento dei livelli di zuccheri ed insulina nel sangue.

Un ultimo consiglio per quando si sta a lungo seduti, è quello di alzarsi ogni tanto e muoversi per circa un minuto, non accavallare le gambe per far circolare correttamente il sangue e per ridurre la sensazione di gonfiore, è utile trascorrere qualche minuto al giorno (meglio la sera) con le gambe posizionate verso l’alto, appoggiate ad una parete per permettere lo scarico dei liquidi che tende sempre ad accumularsi nella parte inferiore del nostro corpo.